Domenica, 14 Aprile 2019 21:18

INTERVENTO CROCE ROSSA ITALIANA In evidenza

Vota questo articolo
(4 Voti)

INTERVENTO CROCE ROSSA ITALIANA

Nei mesi di marzo e aprile i volontari della Croce Rossa Italiana hanno incontrato i ragazzi delle classi V del nostro Istituto. Il loro viaggio in realtà è già iniziato con Varone e a breve saranno anche a Tenno e a Rione.

L’obiettivo degli incontri è quello di far conoscere le finalità, i principi e un po' di storia di questa associazione nata nel 1859 grazie al dottor Henry Dunant.

Il dottore, che aveva assistito allo scempio di 40 mila feriti abbandonati sul campo dopo la battaglia di Solferino, aveva avvertito l’esigenza di creare un associazione indipendente in grado di aiutare chiunque fosse in stato di bisogno.

Oggi la Croce Rossa opera in 191 stati in tutto il mondo e mantiene invariati i principi di umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontariato e universalità.

 CRI volontarie

Dopo questa doverosa introduzione, l’intervento della CRI è entrato nel vivo e nel concreto; i ragazzi hanno simulato la chiamata d’emergenza, ragionato su come si disinfettino le ferite, come intervenire in caso di scottature, svenimenti, epistassi.

Poi, erano attesi da una volontaria che ha mostrato loro l’interno dell’ambulanza; lettini, bombola d’ossigeno, sedie, barelle, collari, caschi, occhiali... I ragazzi hanno potuto toccare con mano facendo così tantissime domande.

 CRI clown

Successivamente sono venuti a trovarci gli operatori del sorriso, i clown che intrattengono negli ospedali e nelle case di riposo ammalati e anziani.

Abbiamo inoltre scoperto che tra i volontari della CRI ci sono anche due bellissimi cani. I volontari canini sono stati da subito messi alla prova, gli alunni si sono divisi in piccoli gruppi di 4 -5, si sono accovacciati a terra e sono rimasti fermi immobili, a quel punto il cane si avvicinava, annusava e poi abbaiava forte, più volte per segnalare lo stato di bisogno.

 CRI cane

L’esame è stato superato a pieni voti, unica sbavatura della prestazione era forse la scialorrea. Non tutti hanno gradito la saliva rimasta sulle mani dopo “l’abbaiata” d’aiuto.

I ragazzi hanno apprezzato molto questa iniziativa offerta dalla passione, dall’impegno e dal tempo libero che i volontari vi dedicano.

Letto 254 volte Ultima modifica il Domenica, 14 Aprile 2019 21:50

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker